Articoli e Curiosità

Affrontare la Technoference: consigli per genitori

Affrontare la Techonference: consigli per genitori Per Techonference si intende l’interferenza nella propria vita della tecnologia digitale: la notifica di messaggi, informazioni whatsapp, notizie facebook ecc. Con l’intensificarsi della tecnologia digitale, stiamo assistendo ad un processo per cui, non solo i ragazzi sono sempre più immersi nel mondo virtuale, ma anche i loro genitori, sottraendo…

Read more

Genitori di adolescenti in difficolta’: cosa fare?

Il passaggio dall’essere figli all’essere genitori è uno dei momenti più belli ma anche più complessi della vita. Infatti, oltre al crescente senso di responsabilità, lo stress, il senso di inadeguatezza, possono riemergere conflitti repressi riguardanti il rapporto con i propri genitori e così angosce profonde possono tornare alla luce portando con loro ferite ancora…

Read more

La prevenzione dei disagi adolescenziali

L’adolescenza è il momento della vita in cui la personalità prende forma: gradualmente si stabilizza il funzionamento psichico dell’individuo mostrando il livello evolutivo raggiunto ed il sistema difensivo articolato. Questo periodo può essere caratterizzato da tensioni elevate dovute alla ridefinizione di Sè, possono riemergere problematiche profonde la cui risoluzione comporta la possibilità di sprerimentare nuovi…

Read more

Il disagio e la riduzione dell’affettività

Nel 1911 Bleuler parlò di un gruppo di patologie   caratterizzate da “sintomi fondamentali”, necessari alla diagnosi, ed “accessori” (Bleuler, 1911) ovvero presenti in alcune forme di disturbo ma non indispensabili alla diagnosi.  Secondo Bleuler assumeva un ruolo  centrale nel disturbo un gruppo di sintomi detti fondamentali tra cui l’autismo e l’appiattimento affettivo. Per parlare del…

Read more

Funzione riflessiva e psicopatologia

Nella storia di persone affette da problematiche della  personalità troviamo spesso esperienze traumatiche infantili. Tali esperienze, spesso,  mediano un attaccemento non sicuro o disorganizzato verso il caregiver. Secondo alcune ricerche condotte da Fonagy e collaboartori appare fondamentale, al fine di una mancato sviluppo della capacità di elaborare l’esperienza, l’assenza di una sola figura di attaccamento…

Read more

Come condurre un gruppo di lavoro

La problematica di come condurre un gruppo capace di raggiungere i propri obiettivi, riguarda moltissimi  professionisti anche diversi tra loro. Gli insegnanti, ad esempio, si trovano giornalmente alle prese con i livelli emotivi di classi la cui  “eccitabilità” e “distraibilità” comporta una difficoltà di apprendimento. Anche per un manager  condurre un gruppo può risultare “difficoltoso”:…

Read more

Le cause dei disagi psicologici

I disagi psicologici hanno un’eziologia complessa difficilmente spiegabile secondo un principio deterministico. Diversi  sono gli studi che hanno tentato di rintracciare le origini di tali disturbi  pervenendo, però, solo a spiegazioni parziali. La questione delle cause riveste una certa importanza per chi si trova ad interagire con coloro che soffrono di disagi soprattutto se adolescenti.…

Read more

Quando l’autunno ci mette a terra

Con l’arrivo dell’autunno sono molte le persone a soffrire di una leggera deflessione  dell’umore accompagnata da apatia, stanchezza, anedonia (mancanza di piacere nel fare le cose),  ipersonnia, iperfagia con incremento del consumo di cibi ad alto contenuto calorico ed un generale desiderio di starsene per conto proprio o d’avanti alla TV. Tale malessere sembrerebbe determinato…

Read more

Comunicare in maniera corretta

La comunicazione è composta da diversi livelli di astrazione in cui si collocano i messaggi che forniamo. Su un piano esplicito abbiamo il contenuto, mentre ad un livello di astrazione superiore il meta-messaggio ovvero l’insieme di informazioni sulla relazione che qualificano il messaggio stesso (Bateson). In parole povere il messaggio che si vuole inviare è…

Read more

Emozioni e cibo

Possiamo immaginare cosa rappresenti il rapporto con il cibo se pensiamo che la prima relazione del neoanto è con il seno materno. Da questo primo toccare, succhiare, accarezzare si struttura quella che in psicologia viene chiamata “relazione d’attaccamento” (Bowlby). L’attaccamento del bambino al care-giver è un istinto:  noi siamo programmati per afferrare, succhiare, prendere e…

Read more

Musica e adolescenti

Per gli adolescenti la musica costituisce un importante strumento di comunicazione, nonché una prima forma di rappresentazione dei vissuti interni. L’emozione sentita a livello corporeo come “perturbazione fisica” tramite la musica assume una natura rappresentativa che è già, quindi, pensiero. L’utilizzazione della musica come forma di terapia dimostra la sua peculiare capacità di dare una…

Read more

Psicoterapia e cervello

Lo psicologo appare ancora oggi  una figura emblematica paragonata talvolta a quella del prete o dello stregone. Tale confusione nasce in parte dalla storica scissione cartesiana tra  corpo e mente che,  nell’incapacità di spiegare alcuni fenomeni, riconduce la mente a un dominio ontologicamente separato dalla materia (http://it.wikipedia.org/wiki/Dualismo_%28filosofia_della_mente%29#Dualismo_cartesiano).  Anche il termine “psiche” contribuisce a ricondurre lo…

Read more

Psicologi per chi?

L’organizzazione mondiale della sanità descrive la salute come uno ” stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non soltanto come un’assenza di malattia o di infermità”. Questa è una premessa fondamentale per considerare il ruolo dello psicologo nella società moderna. Spesso ci si chiede quali siano le persone che si rivolgono allo  psicologo e …

Read more

Bullismo: parliamone

Forse è sempre esistito il bullismo, chiuso negli spogliatoi di piccoli uomini alle prese con le loro lotte interiori, nascosto tra i banchi di scuola quasi a rivelare la sua natura subdola e occultata nel mondo giovanile.  Forse è sempre esistito nelle camerate di giovani leve che, quasi a sottolinearne l’evoluzione, lo chiamavano “nonnismo”;  nei…

Read more